Valle Caudina: i sottoproletari della cultura a cinque euro l’ora

By on 12 ottobre 2017

Valle Caudina. Una media che oscilla tra i sei e gli otto euro l’ora. Tanto guadagna, in Valle Caudina, una collaboratrice domestica. Un lavoro molto duro che, forse, come tanti altri viene anche sottopagato. Massimo rispetto per chi compie questa opera, certamente, dura.
Purtroppo, però, al peggio sembra non esserci mai fine. C’è chi, infatti, guadagna esattamente la metà ogni ora. Si tratta di coloro che impartiscono lezioni private ai bimbi e agli studenti. Queste persone, infatti, guadagnano una media che va dai tre al massimo cinque euro l’ora. Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di giovani laureati che si impegnano per pesare meno sulle finanze di famiglia. E’ umiliante constatare una situazione del genere, Ragazzi che si sono impegnati anni ed anni su i libri, hanno acquisito sapere e professionalità, devono essere trattati peggio di chi si adopera nei lavori domestici. Come già detto, massimo rispetto per chi presta il suo lavoro in queste importanti mansioni, ma è ancora peggio rendersi conto che chi ha studiato, oggi, è solo un sottoproletario della cultura.

About Redazione

Un commento

  1. AAA

    17 ottobre 2017 at 10:24

    Giovani che subiscono le scelte egoistiche di una generazione precedente che invecchia col sistema, che non si fa da parte, che sottopaga ragazzi più preparati di loro, dove il dialogo non è consentito. Esperienza è la parola chiave, sinonimo della prova “gratuita” o con contributo irrisorio di tirocini, stage e così via che non consentono ai giovani di uscire dal loro nido familiare.
    L’Italia un paese per vecchi!

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *