Valle Caudina: non si può morire per un selfie

By on 16 maggio 2017

Valle Caudina. La media è di un incidente stradale ogni tre ore. Sinistri che provocano morti, feriti e danni. Sono in vorticoso aumento gli incidenti stradali e, purtroppo, una delle cause scatenanti è l’uso smodato del telefono cellulare. Non ci accontentiamo più solo di telefonare, mentre siamo alla guida, dobbiamo inviare messaggi, usare whatsapp, collegarci a facebook. Ed ancora, siamo sempre pronti a scattare una foto o a girare un video da postare immediatamente. Sono comportamenti di una pericolosità estrema, compiuti soprattutto dai più giovani, ma per nulla disdegnati dalle persone più mature.
I controlli, la repressione con multe salatissime sembrano non essere più sufficienti. Bisogna agire con campagne di informazione capillari e soprattutto con metodi educativi da mettere in campo dappertutto.
Insomma, non si può morire per un selfie.

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *