Valle Caudina: il treno arriva in ritardo a Cancello e il bus parte senza viaggiatori

By on 10 gennaio 2017

Brutta avventura, ma siamo alle solite, per i passeggeri che hanno preso il treno della linea Benevento – Napoli, via Valle Caudina, che parte dal capoluogo sannita intorno alle 14 e 10.
Il treno si ferma alla stazione di Cancello dove i passeggeri devono trasbordare su un pullman per arrivare alla stazione di Napoli Centrale.
Il convoglio ferroviario ha accusato circa una decina minuti di ritardo rispetto alla media. Ma anche in questo non c’è nulla di strano. Questa volta, però, l’autista del pullman ha pensato bene di rispettare l’orario ed è partito lasciando a piedi circa trenta persone. E’ inutile sottolineare gli infiniti disagi di queste persone che sono riuscite ad arrivare a Napoli solo pochi minuti fa. Non solo per arrivarci hanno dovuto pagare anche un altro biglietto. Tutto questo succede mentre proprio domani cade l’anniversario della conferenza stampa che il presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca tenne alla stazione Appia di Benevento per annunciare l’arrivo di quattro nuovi e moderni treni. Sino ad ora, ossia un anno dopo, i treni non sono ancora entrati in funzione e per questo mese di gennaio non se ne parla proprio. Intanto, i pendolari ed i viaggiatori continuano a vivere queste infinite odissee. Poco prima del mese di dicembre, i sindaci della Unione dei comuni della Città Caudina avevano promesso azioni clamorose contro questo stato di abbandono da parte della regione. Visto che sono passati dodici mesi dall’annuncio in pompa magna del presidente De Luca e nessun treno è entrato in funzione, ci sembra giusto che i politici della Valle, di ogni schieramento, facciano sentire la loro voce. Questa vergogna del trasporto ferroviario in cui è inchiodata la Valle Caudina deve finire. Non ci accettano più annunci, ci vogliono azioni concrete.

About Il Caudino

2 Comments

  1. Giuseppe Mainolfi

    10 gennaio 2017 at 18:25

    Credo che l’autista del pullman vada sanzionato con un provvedimento disciplinare per omissione di servizio.
    Il pullman era sostitutivo del treno nella tratta Cancello – Napoli, quindi l’autista doveva sostituire il servizio del treno non effettuato sulla tratta ferroviaria per cui doveva aspettare l’arrivo del treno e caricare i passeggeri.
    Se non lo ha fatto si becca una bella denuncia lui e il titolare del servizio sostitutivo.
    Altra questione è il mio giudizio sulla pomposità degli annunci di De luca e di Del Basso De Caro (che culo due cognomi) e gli annunci faraonici dei vari presidenti dell’inutile città caudina, tutti non hanno interesse per la Valle Caudina, salvo quando servono i voti per piazzare qualche amico trombato.

  2. Lupo irpino

    10 gennaio 2017 at 19:10

    Finiti banchetti di fritture di pesce e spente le “carissime” luci d’artista questa è la cura realtà del terzo mondo della Regione Campania. Segnalerò l’articolo e striscia la notizia – crossa e report.

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *