Valle Caudina: Garanzia Giovani, 159 tirocini formativi

By on 15 aprile 2017

La CGIL Irpina ritorna su Garanzia Giovani, per ribadire, il programma deve essere seguito  con molta attenzione, per evitare clientele, viste le ingenti somme che la UE ha investito in questo programma che dovrebbe, permettere ai giovani inoccupati di entrare nel mondo del lavoro.
“Chiediamo trasparenza su Garanzia Giovani, proprio perché rivolto ai giovani che hanno completato i percorsi di studio, e a quali vanno date delle reali possibilità in base alle loro competenze e non in base alle clientele o agli amici di “calcetto”!”
Così esordisce il segretario generale della CGIL Irpina  Franco Fiordellisi, che continua: “Il mezzogiorno deve cambiare dal suo interno! L’Irpinia deve cambiare, non vanificando le opportunità date dal programma Europeo di G.G.. si devono evitare gli sprechi, gli errori, le clientele, peraltro denunciate dalla Corte dei Conti Unione Europea, che dopo attenta valutazione dei dati, di 7 paesi membri sull’uso di Garanzia Giovani, definendo mediamente critiche le azioni di G.G., ma che risultano fallimentari per l’Italia che è ULTIMA in questa verifica, per la esigua partecipazione dei giovani al programma, per il peso di burocrazia, una gestione opaca, a cui si aggiungono i ritardi dei pagamenti ai giovani tirocinanti, la bassissima trasformazione dei contratti di tirocinio in contratti di lavoro, all’abnorme utilizzo di tirocini da parte di Enti che non possono fare assunzioni alla fine dei Tirocini. L’insieme determina il flop, con l’incapacità di imprenditori, politici, amministratori, che pensano di gestire questo strumento solo dal punto di vista delle clientele, finendo per non valorizzando l’aspetto formativi del programma Garanzia Giovani.”
Il segretario continua ribadendo che: “La questione clientelismo sul programma garanzia giovani, ci mostra che lo stesso continua ad essere parte della vita pubblica, un qualcosa che anche quando non “serve” lo si cerca, anche i giovani diventano più realisti del Re, bisogna interrogarsi sul futuro che avremo.
Sappiamo che nessuna azienda privata o pubblica, al di fuori del programma garanzia giovane, è tenuta a pubblicizzare le inserzioni perché sono dirette esclusivamente al sito e di chi risulta iscritto.
Per cui voglio ricordare a tutti i giovani che il programma di G. G. è tutto gestito online, quindi serve registrarsi al sito Cliclavorocampania; se la registrazione sarà positiva, verrà assegnato il giorno e l’ora di registrazione, per poi accedere alle offerte formative e candidarsi,  quando si aderisce ad una offerta da parte del pubblico in questo caso per le strutture pubbliche la selezione dei partecipanti viene fatta dal Dipartimento Regionale in base al giorno e l’ora d’iscrizione; così il clientelismo sarebbe tagliato fuori, invece il clientelismo entra in gioco quando alla offerta formativa non aderisce nessuno o per meglio dire aderiscono solo coloro che “hanno avuto la notizia”, e visto la bassa partecipazione al programma la cosa può accadere con facilità, ed ecco perché si deve pretendere trasparenza.”
Il sistema è stato pensato per operare bene, ma unicamente se i giovani disoccupati realmente utilizzano lo strumento informatico cioè il portale in maniera assidua, noi come sindacato CGIL, NIDIL  e sportello SOL ci mettiamo il massimo dell’impegno ma anche i giovani devono essere protagonisti del loro destino, senza adeguarsi alle clientele ma sfruttando le opportunità e le loro capacità.
Per cui essendo di questi giorni l’inserzione di tirocini formativi, che si chiuderanno tra il 5 Maggio e 8 Maggio 2017, in particolare con 8 inserzioni si evidenzia la possibilità di aderire a 159 tirocini formativi nell’ambito della sanità irpina, attivatevi seguendo le informazioni che di seguito si allegano come fotogrammi.

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *