Valle Caudina: domani si decide il destino del Piano di Zona A04

By on 6 settembre 2018

Valle Caudina. Domani mattina, nell’aula consiliare del comune di Avellino, si gioca una partita fondamentale per i servizi sociali dei comuni irpini della Valle. Si riunisce, infatti, l’assemblea dei sindaci dell’ambito A04 che, tra le altre cose, dovrà votare per la nascita di un’azienda consortile speciale.
Si tratta della soluzione studiata ed approvata con l’assessore regionale ai servizi sociali, Lucia Fortini, per far partire, dopo due anni di completo immobilismo, i servizi per le persone più deboli: diversamente abili, ragazze madri, anziani e famiglie in povertà. La stessa Fortini sarà presente all’assemblea ed insieme a lei ci dovrebbero essere i consiglieri regionali irpini. Fondamentale, per fa nascere l’azienda consortile speciale, è stato il via libera del sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi. Ma non basta l’assenso dell’assemblea per la nascita dell’azienda. Il via libera dovrà essere, successivamente, ratificato dai consigli comunali di tutti e sedici comuni che fanno parte del consorzio. Ciò potrebbe rappresentare l’ennesimo inghippo. Ciampi, sindaco Cinque Stelle di Avellino, infatti, non ha la maggioranza in consiglio. In aula può contare solo su 5 consiglieri, mentre ha ingaggiato un muro contro muro con il resto dell’assemblea. Il rischio che il consiglio comunale del comune capoluogo possa bocciare la nascita dell’azienda consortile speciale, è molto alto. Tutto questo succede mentre il 24 settembre, tra 18 giorni, scade il bando per poter partecipare ad un progetto che serve ad integrare il reddito di inclusione; in poche parole, se non parte l’azienda speciale tante famiglie di Rotondi, Cervinara, San Martino e Roccabascerana, perderanno un aiuto che potrebbe essere essenziale per non cadere nell’estrema povertà.

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *