Valle Caudina: Bucciano, il paese delle slot

By on 13 novembre 2018

Bucciano. Ieri sera, l’edizione serale del Tg Uno, (minuto 32,26)ha dedicato un servizio a Bucciano. Purtroppo, non si tratta affatto di un qualcosa di positivo. Il piccolo centro caudino, con soli 2000 abitanti, ha ben cinque sale per le slot machine. Le macchinette infernali succhiano un milione e mezzo di euro dalle tasche dei cittadini buccianesi ogni anno. Il comune, guidato dal sindaco Domenico Matera, sta cercando di correre ai ripari. E’ stato approvato un regolamento che riduce del 20 per cento la tassa sui rifiuti agli esercenti che decidono di avere i loro locali senza slot machine. A quanto pare, qualcuno ha aderito, ma resta lo zoccolo duro di tanti altri bar e sale slot che non intendono perdere questi ingenti guadagni.

About Redazione

Un commento

  1. Teodoro

    13 novembre 2018 at 11:43

    Il pirata Barbanera si è trasformato in santo prima dà le concessioni per scambio di voti e poi si vuole redimere e concedere lo sconto sulle tasse comunali, ma finora dov’era non si è mai accorto di quello che succedeva nel suo paese?
    Addirittura un bar dove è ubicata una grande sala slot è gestito dal figlio del tecnico comunale Ruggiero e lui il pirata dei pirati non hai mai fatto niente anzi ha girato la faccia dall’altra parte perchè gli faceva comodo.
    Barbanera sei stato tu a richiedere il servizio con insistenza (basta vedere i tabulati telefonici)
    ed hai voluto far passare i cittadini di Bucciano come dei giocatori incalliti solo per metterti in mostra, ti sei accordato con il giornalista per mettere in piedi questo teatrino, non serve ridurre
    le tasse bastava che questa amministrazione che da più di 10 anni sperpera denaro pubblico avesse messo in piedi un punto di ritrovo dove i giovani potevano fare teatro o musica visto che questo comune ha decine di immobili ristrutturati che vengono concessi gratuitamente agli amici di altri paesi per scambio di favori personali con i soldi della collettività.
    E dire che Bucciano è il paese delle associazioni benefiche sulle carte ma in realtà sono solo dei ritrovi per pochi.
    Barbanera la faccia l’hai persa con questa notizia, dalla perla di Bucciano siamo passati a Buccciano il paese dei malati di ludopatia. Cari signori questo sindaco non ha mai fatto niente per tutelare i suoi concittadini, ha solo fatto opere per arricchirsi,
    mai ha pensato di fare qualcosa per i giovani di Bucciano dove il tasso di disoccupazione è altissimo,ha solo pensato in 10 anni ai suoi sporchi interessi e a quelli dei suoi familiari e amici. La gente pensa a giocare con le slot e tu Barbanera pensi a saccheggiare indisturbato le casse comunali, chiunque osa contestarti viene messo in castigo e allontanato, il sindaco dal cuore d’oro, il sindaco di tutti, sei solo un falso ipocrita che sta portando un paese al declino che culminerà con il dissesto visto i debiti milionari che ha contratto in nome e per conto dei cittadini di Bucciano.

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *