San Martino Valle Caudina: scegliamo anche sindaco e consiglieri per sorteggio?

By on 12 settembre 2018

San Martino Valle Caudina. Ora si annuncia anche un ricorso da parte dei non residenti a San Martino Valle Caudina che, a loro dire, sono stati esclusi dalla società interinale senza un valido motivo.
Stiamo parlando della selezione dei quattro ausiliari del traffico che l’amministrazione comunale assumerà per cinque mesi part time. Ma, al di là di questo, c’è un altro elemento che vorremmo mettere in evidenza che ci è sembrato astruso ed ingiusto. La selezione delle quattro persone e degli otto supplenti è stata fatta per sorteggio.
Certo, si dirà, si tratta solo di un contratto a tempo determinato, nulla di definitivo. Ed ancora, se non ci fosse stato un sorteggio, l’amministrazione comunale sarebbe stata tempestata da richieste e richieste di segnalazioni. Ma, trattandosi, comunque di una selezione, il principio che passa è deleterio, pessimo soprattutto verso le nuove generazioni. E’ come se dicessimo ai giovani, che studiate a fare, che vi impegnate a fare? Tanto, alla fine, la vostra sorte sarà decisa solo da un bussolotto, estratto da un’urna, Una sorta di lotteria del lavoro.
Innanzitutto,chi viene eletto dai cittadini deve assumere davanti a loro la responsabilità politica delle proprie scelte, certamente non dettate dalla sorte.
Con questo metodo, se fosse valido, potremmo scegliere anche sindaco e consiglieri comunali per sorteggio.
Tutto questo in un paese, l’Italia, dove tutto sembra stia diventando un gioco. Ma non si può giocare con la vita degli esseri umani.

 

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *