Rotondi: Pasquetta al Santuario della Stella, appello di Terramia

By on 10 marzo 2018

Con una lettera indirizzata al sindaco Antonio Russo, il gruppo consiliare di Terramia chiede al primo cittadino di intervenire, in via preventiva e con opportuni accorgimenti, sulla prevista affluenza di molte persone sui monti che circondano il Santuario della Stella. Questa la missiva:

“Gentile Sindaco
la Pasquetta è tradizionalmente un momento di grande affluenza di pubblico al Santuario e più in generale verso le nostre montagne.
Abbiamo assistito negli anni ad una non gestione del fenomeno, con tutto ciò che ne è conseguito in termini di confusione, danni all’ambiente e alle infrastrutture.
Di particolare rilevanza (gravità) sono due fenomeni: il gran numero di veicoli a motore che raggiungono i luoghi più disparati in piena zona parco (notevole l’afflusso di rumorosi e devastanti quad e moto da fuoristrada) e l’abbandono di rifiuti di ogni genere nel bel mezzo di boschi e località non raggiunte o raggiungibili dagli operatori ecologici (ove ce ne fossero).
E’ altresì importante stabilire e rendere note fin d’ora regole chiare e formali – da far rispettare con adeguatezza – per la fruizione degli spazi attrezzati per la sosta e il pic nic, da dotare di precise indicazioni per l’uso dei focolari, la gestione dei rifiuti e – cosa da non trascurare – la previsione e l’uso di servizi igienici, evitando l’indecorosa anarchia cui abbiamo assistito ogni anno.
Riteniamo che l’Amministrazione sull’argomento debba invertire l’approccio “minimalista” finora seguito e occuparsi della questione.
Si tratta di programmare con attenzione tutte le necessarie azioni per garantire ai rotondesi e agli ospiti che verranno da altri comuni una ottimale fruizione delle bellezze dei monti del partenio caudino nel rispetto di Leggi e Normative a tutela dell’ambiente, della sicurezza, della salute e della tranquillità, evitando così anche di far incamerare costi impropri alla comunità, non ultimo quelli derivanti dal danno d’immagine.
Riteniamo peraltro che l’attuale condizione della strada di accesso al Santuario, negativamente caratterizzata sul versante della sicurezza per i pedoni (e i veicoli) dal pericoloso restringimento della carreggiata (per l’errata disposizione dei guard rail), non sia compatibile con i flussi di traffico veicolari e pedonali che caratterizzano la pasquetta. A riguardo chiediamo la chiusura al transito veicolare (con eccezioni che salvaguardino esigenze specifiche e ragionevoli) della strada che sarà così pienamente fruibile dalle persone che a piedi potranno in tutta tranquillità e sicurezza raggiungere il Santuario e i boschi circostanti.
Riteniamo infine che sia doveroso intervenire sul versante della comunicazione, proponendo ai frequentatori del Santuario e dei boschi circostanti un decalogo di regole da rispettare facendo rientrare i nostri luoghi nel perimetro del comportamento civile che è garanzia di valore aggiunto per tutti.
A margine, proponiamo di definire e proporre congiuntamente una richiesta di attenzione alle Forze dell’Ordine, e segnatamente ai Carabinieri Forestali, la cui azione di vigilanza nel giorno di Pasquetta riteniamo di assoluta importanza.
In attesa di un Suo riscontro
salutiamo cordialmente
gruppo consiliare Terramia
Giuseppe Mainolfi (capogruppo)
Lucio Coscia
Paolo M Citarella
Orlando Esposito”

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *