Rotondi: non si fermano all’alt dei carabinieri, arrestati due giovani

By on 18 maggio 2017

Rotondi. All’interno dell’Alfa 147, ben occultato, avevano un coltello a serramanico. Probabilmente, per questo motivo, non si sono fermati all’alt dei carabinieri e, addirittura, hanno tentato di investirli.
I protagonisti sono due giovani di Rotondi, M. R. di 27 ed E. C. di 28 anni. La vicenda è avvenuta a Maddaloni, dove in via Calabricito, i militari dell’arma locale avevano istituito un normale posto di blocco, per il controllo del territorio nell’ambito di una disposizione del comando provinciale di Caserta. I carabinieri hanno intimato l’alt alla vettura, ma la 147 ha accelerato e ha, anzi, tentato di investire gli operatori delle forze dell’ordine. Ne è scaturito subito un inseguimento, nel corso del quale, secondo i carabinieri, i due di Rotondi hanno messo in pericolo l’incolumità anche di altre persone. Ma dopo una decina di chilometri, l’auto è stata bloccata, i due giovani ammanettati. Per capire il perchè del loro comportamento, i carabinieri hanno perquisito la vettura ed hanno trovato un coltello a serramanico. Rianna e Cuozzo sono stati processati per direttissima.

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *