Rotondi: Lavori Pubblici, Fognature Campizze, interrogazione del gruppo Terramia

By on 10 ottobre 2018

Riceviamo dal gruppo consiliare Terramia e pubblichiamo

“La frazione Campizze dal 2007 ha un cantiere attivo. Almeno nelle parole della maggioranza. Si tratta del famigerato “IV lotto” dei lavori di costruzione della rete fognaria e rete idrica (e altro) per i quali l’Ente ha contratto oltre dieci anni fa alcuni mutui. Soldi dei cittadini dunque. I lavori furono aggiudicati nel 2007 e dal 2011 è aperto un contenzioso tra il Comune e il raggruppamento di imprese che si aggiudicò l’opera.
Gli anni sono trascorsi e la vicenda appare sempre lontana dall’esser chiarita e soprattutto risolta.
La maggioranza ha ricevuto una proposta di una composizione (transazione) della lite giudiziaria, ma non sono noti né i termini della questione, né la materia del contendere e soprattutto non sappiamo se la proposta transattiva è una risposta ad una iniziativa della maggioranza stessa.
Il Consiglio Comunale andrebbe informato con tempestività e puntualità, però è nota quale sensibilità istituzionale e attenzione alla trasparenza esprime l’Amministrazione in carica. E allora tocca ancora una volta alla minoranza assumere l’iniziativa.
L’aggiudicatario – controparte in giudizio del Comune – nella proposta di transazione (prot. 5795 del 26/9/2018) cui muove pesanti contestazioni all’Ente Comune, all’Ufficio Tecnico e alla Direzione Lavori dell’epoca e quantifica degli ipotetici danni subiti dell’ordine di alcune centinaia di migliaia di euro.
Riteniamo che a questa Relazione vada data una risposta punto per punto e il tutto venga portato al più presto in Consiglio Comunale.
Terramia ha chiesto copia della relazione del Consulente Tecnico d’Ufficio che dovrebbe fornire una importante contributo per capire perché i lavori si sono arenati e con essi le aspettative di famiglie che attendevano da sempre l’allaccio in fogna per abbandonare l’uso dei pozzi neri.
Una interrogazione è stata depositata con il pressante invito a dare risposta nei termini di legge, ad evitarci il ricorso ad altri livelli istituzionali.”

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *