Rotondi: chiuso il locale nei cui pressi c’è stato l’agguato di sabato notte

By on 13 novembre 2017

Rotondi. Interrogatori e perquisizioni si sono svolte per tutta la giornata di ieri. I carabinieri cercano la pistola con la quale, nella notte tra sabato e domenica, è stato gambizzato un pregiudicato di San Martino Valle Caudina, a pochi metri dall’ingresso di un noto locale che si trova lungo la strada statale Appia, in località Campizze, nel territorio del comune di Rotondi. La pistola ha esploso almeno due colpi, in quanto il pregiudicato è stato ferito ad entrambe le gambe,ma, per il momento, i carabinieri hanno trovato un solo bossolo. Oltre a concentrarsi sulla pistola, i carabinieri cercano di capire i motivi per i quali si è arrivati all’attentato. Sembra un regolamento di conti, ma tra chi? Questa è la domanda a cui si deve cercare di dare una risposta. Il pensiero che serpeggia, il terribile sospetto è che possa trattarsi di un raid che arriva da fuori. Gente che, forse, sta cercando di imporre la propria legge criminale in Valle Caudina, scalzando, a colpi di pistola, vecchi equilibri. La gambizzazione potrebbe essere il primo eclatante segnale, gli investigatori cercano risposte.
Intanto, per il locale nelle cui vicinanze è avvenuto l’agguato, è scattata la chiusura.
La misura arriva dai carabinieri che stanno conducendo le indagini sul ferimento. Il pregiudicato nella giornata di ieri è stato identificato dai Carabinieri in ospedale e nel pomeriggio di oggi sarà interrogato e potrebbe fornire agli inquirenti il resoconto di quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica.

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *