Montesarchio: L’asilo nido Cucciolo ha sempre garantito il servizio

By on 9 gennaio 2017

Riceviamo e pubblichiamo

“A fronte delle informazioni false e pretestuose che ultimamente sono circolate attraverso differenti mezzi di informazione la Cooperativa Era, in qualità di ente gestore dell’ Asilo Nido “Cucciolo” sito in via De Filippo, tiene a fornire la propria versione  relativamente agli accadimenti  la sospensione attività Asilo Nido “Cucciolo”.
La struttura “Cucciolo” è fornita di un doppio impianto di riscaldamento: quello previsto dalla Struttura come riscaldamento a pavimento mezzo caldaia ed uno a condizionamento a pompa di calore. Quest’ultimo è stato montato per il condizionamento dei locali durante i mesi estivi, principalmente per affrontare la passata stagione in cui il nido ha garantito un funzionamento costante per i mesi di luglio ed agosto.
L’attivazione del primo impianto ha richiesto da parte della ditta “Salerno Energia” più tempo del previsto per motivazioni che –quanto a noi pervenuto – dipendono da problemi di ordine burocratico. Per tutto il mese di dicembre viste le temperature accettabili si è riuscito a garantire, nella più assoluta sicurezza e nell’assoluto rispetto degli standard normativi, il regolare funzionamento delle attività attraverso l’utilizzo dell’impianto di condizionamento.
Nessun bambino né insegnante ha frequentato l’Asilo in condizioni inadatte e/o non conformi, nessuna giornata è trascorsa al freddo ed al gelo o con cappotti indosso perché l’impianto di condizionamento ha sempre garantito l’adeguato riscaldamento degli ambienti.
La decisione di chiudere è stata presa, nostro malgrado, in previsione dell’importante ondata di freddo che avrebbe raggiunto (così come poi è stato) il Meridione ed in particolare le aree dell’entroterra, in una settimana tra l’altro che prevedeva solo quattro giorni di apertura ed a cavallo di festività dove già il numero dei frequentanti era molto ridotto.
Quanto deciso è stato fatto nel solo interesse di tutelare e garantire i migliori livelli di cura e assistenza per i piccoli utenti nonché garantire il rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro per le lavoratrici in forze presso la struttura.”

 

 

About Redazione

Un commento

  1. Raffaele Papa

    10 gennaio 2017 at 09:35

    Finalmente, con il comunicato stampa che presumibilmente è stato emanato dalla equipe scolastica dell’asilo il Cucciolo, si fa chiarezza sulla vicenda. I FATTI sono che l’impianto di riscaldamento dell’asilo, dal momento dell’apertura ad oggi non hanno MAI FUNZIONATO e si è surrogata la loro funzione con gli split a parete che dovevano servire a rinfrescare la struttura in estate. A parte il fatto che mi resta il dubbio sulla liceità delle autorizzazioni concesse per l’apertura e il funzionamento, mi chiedo ” chi si è arrogato il diritto di decidere se le condizioni erano tali da consentire il proseguimento delle attività in costanza di tale evidente carenza?” e, soprattutto, della cosa non dovevano essere informati i genitori dei bambini che vengono ospitati dall’asilo? Evidentemente il personale della struttura è dotata di conoscenze tecniche, sanitarie e di autorità tali da poter prendere tali decisioni. Oppure, cosa che mi pare più plausibile, una volta riferita la cosa alle autorità comunali competenti ( leggi Sindaco Damiano) è stato detto loro, in via informale ovviamente, di proseguire. Quel comunicato non è altro che il tentativo di intorbidire le acque per nascondere una chiara incapacità di chi doveva provvedere a dare questo servizio ai cittadini.

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *