Chiude stasera la residenza del TANA con Eugenio Giliberti

By on 8 settembre 2018

Sabato 8 settembre, alle ore 18, Eugenio Giliberti presenterà al pubblico Penelope, mentre Neal Peruffo e Massimo Scamarcio mostreranno i risultati di Camere Ecoiche, frutto della residenza aperta ad Arpaise lunedì 3 settembre, un work in progress che mette insieme creatività, amore e rispetto per la natura.
L’opera di Eugenio Giliberti, Penelope, utilizza i tubi per l’irrigazione come occasione per una riflessione sul tempo e sul rapporto tra utile e bello, moralmente apprezzabile e praticamente realizzabile. d ogni cambio di coltura si produce in campagna una grande accumulazione di residui plastici. Giliberti ha lavorato sulla tessitura di questo materiale plastico fino a formare una trama, che sarà montata su pali di castagno per diventare un passaggio in ombra.
Massimo Scamarcio e Neal Peruffo hanno realizzato Camere Ecoiche utilizzando come soggetto l’acqua di una sorgente che si trova presso il TANA, focalizzando l’attenzione su un aspetto materiale e geologico del luogo fisico in cui si svolge la residenza.
L’intenzione del duo artistico è di registrare il suono dell’antica sorgente, che crea un piccolo corso d’acqua, che attraversa le terre del TANA, elaborarlo informaticamente per poi diffonderlo, attraverso trasduttori o altoparlanti o ancora cuffiette, in un’installazione composta da diverse damigiane di vino caratteristiche della zona.
L’opera sarà allestita nel prato adiacente al TANA, a poca distanza dalla sorgente stessa. L’obiettivo è quello di far vivere al fruitore un’esperienza multisensoriale unica ed evocativa, utilizzando elementi caratteristici del luogo. Durante la presentazione ci sarà una performance musicale curata da Stefano Silvestri e Giosuè Grassia, docenti del Conservatorio Statale Nicola Sala di Benevento. Il loro lavoro proporrà l’ascolto di alcuni scenari acustici e sonorità naturali tipicamente propri di eventi atmosferici, paesaggi rurali e organismi viventi riprodotti esclusivamente mediante modelli algoritmici di sintesi sonora.

About Il Caudino

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *