Cervinara, Porcelli: Ordinanza? Tangredi non si vede a Ferrari dalle elezioni

By on 9 agosto 2018

Riceviamo e pubblichiamo.

In qualita’ di genitore e cittadino cervinarese residente alla frazione Ferrari, nonche’ ex consigliere di opposizione sempre vicino al gruppo consiliare Cervinara in Comune, mi sento in dovere di fare alcune precisazioni sulla questione relativa l’ordinanza del Sindaco con la quale viene vietato di giocare a pallone in Piazza Regina Elena di Ferrari. Voglio partire da una premessa la salute dei nostri bimbi e’ elemento fondamentale e, pertanto, deve essere tutelata in ogni modo. L’ordinanza del Sindaco pone un divieto assoluto, senza deroghe di alcun tipo, vietando anche ai bambini in eta’ pre-scolare di poter giocare a pallone in piazza, riscontrando nella condotta di un piccolo un’attivita’ pericolosa atta a poter provocare lesioni a persone e cose. Francamente trovo tali conclusioni di una superficialita’ estrema, probabilmente il nostro primo cittadino avrebbe dovuto prendere spunto da altri comuni italiani, I quali nel porre il suddetto divieto lo hanno limitato ad alcune ore della giornata o applicato solo ai bambini con eta’ superiore ai 12 anni (vedi per tutti Comune di Asti). Orbene, tale circostanza avrebbe necessitato un’attivita’ di controllo da parte dell’ente sulla piazza che verosimimente non e’ interessato a fare. Sembra strano, tra le altre cose, constatare che l’ordinanza e’ stata emessa senza accertare se quanto denunciato corrisponsesse alla realta’. D’altronde la campagna elettorale e’ finita da un pezzo ed e’ proprio da tale immemore periodo che non vediamo il primo cittadino e la sua amministrazione a Ferrari, magari, senza scomodarsi, avrebbero potuto mandare un vigile urbano per dare un’occhiata e, forse, si sarebbero resi conto che I problemi sono altri non certo I bimbi che giocano in piazza o, molto piu’ semplicemente, meglio non vedere e prendersela con I piu’ piccoli…”tanto non hanno ancora l’eta’ per andare a votare”. L’apice dell’irrazionalita’ si e’ raggiunta quando il sig. Sindaco, ad una emittente locale, dichiarava che l’ordinanza e’ stata posta in essere per salvaguardare le casse conunali minate da possibili richieste di risarcimento danni dovute alla pavimentazione irregolare della piazza. Forse il primo cittadino e la sua amministrazione non sanno che, allo stato attuale, I piccoli di Ferrari si sono spostati a giocare nel campetto delle scuole elementari, il quale e’ in uno stato di abbandono totale, pavimentazione disconnessa, reti metalliche rotte e piene di ruggine, una vera e propria trappola aperta al pubblico senza alcuna segnalazione di pericolo. Per non parlare del “parco giochi” presente all’interno della villa comunale….forse una discarica verte in conduzioni migliori. Pertanto, alcune domande nascono spontanee, se l’ordinanza emessa dal Sindaco e’ stata posta in essere per tutelare le casse comunali perche’ non e’ stato messo in sicurezza il campetto connesso alle scuole elementari di Ferrari e lo stesso parco giochi sito all’interno della villa comunale? Dove dovranno andare a giocare I nostri figli? forse a Rotondi o Paolisi, come in molti gia’ fanno. E per cortesia non rispondete che I lavori sono in fase di esecuzione e’ una cantilena che sentiamo da anni! La verita’ e’ un’altra, purtroppo il modo di fare di chi ci amministra non cambia, il clientelismo e’ ai massimi livelli e pazienza se chi ci rimette sono I piu’ piccoli.

Pierpaolo Porcelli

About Il Caudino

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *