Cervinara: assolto Potito Starace dall’accusa di presunte combines

By on 9 gennaio 2018

Come riporta il sito Cremonaoggi.it “questa mattina a Cremona, per il tennista azzurro Daniele Bracciali e il collega Potito Starace oltre che per Roberto Goretti, direttore sportivo del Perugia Calcio” c’è stata la sentenza di assoluzione, i tre erano finiti a processo per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva e in particolare a manipolare una pluralità di partite di tennis di tornei prevalentemente internazionali. La sentenza è stata pronunciata dal collegio presieduto dal giudice Francesco Beraglia con a latere i colleghi Giulia Masci ed Elisa Mombelli. Per gli imputati, il pm Carlotta Bernardini aveva chiesto per tutti la condanna: tre anni per Goretti, due anni e otto mesi per Bracciali e due anni e sei mesi per Starace.
La motivazione della sentenza sarà depositata entro 90 giorni. Per la procura, le scommesse sul tennis si sarebbero svolte dalla fine del 2007 all’estate del 2011. L’inchiesta, nata da una costola del calcioscommesse, ha portato alla luce un giro di partite truccate anche a livello internazionale, toccando anche tornei di Parigi, Monaco di Baviera, Amburgo, Casablanca, Barcellona e Newport.
Nel processo, Bracciali era assistito dai legali Filippo Cocco ed Alberto Amadio, Starace dall’avvocato Simone Maina e Goretti dall’avvocato Antonio De Rensis.

 

About Redazione

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *