Airola: I dipendenti della New Evolution e della Job Service contro il sindacato della Cgil

By on 11 giugno 2018

Riceviamo dai dipendenti delle due società e pubblichiamo

“A seguito delle dichiarazioni del Segretario Rosita Galdiero, CGIL di Benevento, riportate su quotidiani locali, il 31/05/2018 a seguito di un sit-in attuato nell’esercizio commerciale di Via P. Nenni, Benevento, i dipendenti della società Job Service e New Evolution gestori della logistica nella sede di Airola, intendono prendere le distanze dalle dichiarazioni rese dal segretario, dissociandosi da ogni punto affermato.
Il Segretario, nelle sue affermazioni, coinvolge i dipendenti della società Job Service e della New Evolution di Airola, di Via Caracciano, affermando che all’interno dell’azienda manca il rispetto delle norme contrattuali, si subiscono minacce, si creano scatole cinesi, addirittura la presenza di uno stampo camorristico.
Tutti i dipendenti della Job Service e della New Evolution, sottolineando la non rappresentatività del sindacato, da cui prendono le distanze in toto dalle affermazioni rese dal segretario, in risposta al segretario intendono rappresentare e dichiarano che tali affermazioni potevano essere veritiere se rese qualche anno fa. Ovvero quando la gestione era affidata all’Europrogea. All’epoca della sua gestione infatti si verificavano situazioni di maltrattamenti e mancato rispetto delle norme contrattuali con ritardi nei pagamenti degli stipendi, invio di CRO di bonifici falsi ed inesistenti, trasferte mai pagate, creazione di cooperative della CGIL, senza alcuna protesta ed opposizione.
Oggi, con la gestione da parte delle aziende Job Service e della New Evolution, i dipendenti godono finalmente di tutti i diritti contrattuali e di legge, con il rispetto dei pagamenti sia per i tempi che per il riconoscimento di tutti gli istituti dovuti ai lavoratori, trasferte, ferie permessi e mensilità aggiuntive, cosa che con la presenza dello stesso sindacato CGIL non avveniva con l’Europrogea.
I lavoratori rappresentano inoltre l’inesistenza all’interno dell’azienda di maltrattamenti e di comportamenti scorretti nei confronti dei lavoratori. Si suggerisce infine alla CGIL di aggiornare le loro informazioni e di moderare i toni per consentire il normale proseguo dell’ attività.
Sottoscritto da tutti dipendenti Job Service E New Evolution, iscritti Cisl, Ugl, compresi quelli iscritti alla Cgil.”

About Redazione

5 Comments

  1. Alcearapp

    11 giugno 2018 at 14:30

    I dipendenti che non trovano veritiere le dichiarazioni del Segretario Rosita Galdiero della CGIL di Benevento e che si lamentano della pregressa Ditta Europrogea, sono gli stessi che si sono offerti volontari con quest’ultima a lavori lontani dalla sede di Airola, a portare a dormire e mangiare a casa propria le persone che ricoprivano ruoli di responsabilità e a riempirgli i bagagliai delle macchine di ogni genere di prodotti locali, in cambio di promesse di mansioni prestigiose nell’organico aziendale.C’è da dire che questi lavoratori in un primo momento erano quasi tutti contrari all’arrivo della ex VIMA e che poi si è mutata in Job Service, e a prova ci sono le foto degli scioperi, ma chi per forza superiore , chi invece si era fatto raccomandare e chi non aveva risorse hanno fatto si che tutti sono scesi a compromesso . L’entrata di nuove sigle sindacali è stata proprio per ostacolare le giuste richieste della CGIL.
    Per chiudere vorrei ricordare a queste persone che l’ipocrisia è fine a se stessa specie in un paese piccolo !!!!

  2. Alba84

    11 giugno 2018 at 17:43

    La Verità è cosa assai dura da accettare… Vorrei invitare la persona che ha postato il commento a riflettere prima di mandare giù 2 righe senza senso. Poniti la domanda come mai su 80 operai appartenenti alle suddette aziende solo una quindicina vanno contro la filosia di esse… E poi per risponderti x la questione Europrogea la quale ha calpestato la dignità di ogni singolo operaio con pagamenti oltre i 60 gg di ritardo, stipendi non pagati, decurtazioni dalla busta paga, trasferimenti in altri sedi senza la giusta retribuzione,e sotto minaccia di cigs se si fossero rifiutati, bonifici fasulli, il tutto senza che la Cgil muovesse dito…

    • Xxx

      12 giugno 2018 at 11:58

      Purtroppo quello che ti rimane è la faccia di “bronzo”.Le persone che a tuo dire vanno controcorrente sono quelle che nel corso degli anni avete invalidato e che non si sono licenziate.Invece di fare l’ipocrita prova a lavorare come obblighi i “colleghi “ mostrando false produttività e intimidazioni di ogni genere, fino a farli finire dal psicologo È molto salutare portarsi a casa uno stipendio avendolo guadagnato esclusivamente con la lingua anche perché se ti saresti comportato da lavoratore saresti nella stessa posizione di quelli che a tuo dire oggi vanno controcorrente.D’altronte chi nasce Mer_a non potrà mai morire cioccolata .

  3. Luigi Russo

    15 giugno 2018 at 16:36

    Sono Luigi Russo ex dipendente vi.ma coop che aveva l’appalto presso il deposito G.S di Airola, volevo rispondere a coloro che ora lavorano x 2 nuove coop nello stesso deposito G.S di Airola, all’epoca xo’ erano dipendenti Euoprogea,a proposito di cio’ che hanno scritto sulla CGIL e sull’Europrogea stessa. Punto primo La CGIL x sua natura non fa accordi sottobanco con le aziende chiunque essa sia.Punto secondo e’strano che a distanza di qualche anno tra i firmatari di quel documento ci siano persone che all’epoca dei fatti in quella melma ci sguazzava

    • costantino

      15 giugno 2018 at 19:39

      dopo quasi 15 anni di lavoro assunto come invalido civile svolgevo anche lavori piu pesanti x aiutare l’azienda vengo licenziato insieme ad altri lavoratori con patologie varie. perchè ci dicono che non c’è più un lavoro x noi che abbiamo patologie. tutto falso

      la prima azienda in italia contro legge licenzia gli invalidi invece di tutelarli colpevoli solo perchè essere iscritti alla c g i l

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *